CHIAMA E-MAIL

Rinnovabili per residenziali

Rinnovabili per residenziali2017-12-21T11:29:35+00:00

Questo è il momento migliore per pensare all’efficienza energetica della propria casa: le stagioni con temperature più estreme mettono infatti a dura prova le nostre bollette a causa di consumi elevati. Non a caso, l’estate di caldo record appena trascorsa ha causato un’impennata nella domanda di energia. Di conseguenza, è bene preparasi per tempo all’arrivo del freddo e capire come e quanto è possibile risparmiare con gli impianti a energia rinnovabile.

Il consiglio più prezioso è quello di affidarsi ai professionisti del settore che, dopo un’analisi delle spese e soprattutto delle abitudini di consumo, possono indirizzarvi verso la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Di primaria importanza è, ad esempio, il giusto dimensionamento dell’impianto.

Fotovoltaico

L’impianto fotovoltaico consente di produrre energia elettrica ricavandola gratuitamente dalla luce del sole, al posto di prelevarla a pagamento dalla rete pubblica. Naturalmente, il fotovoltaico produce soltanto durante il giorno: il risparmio è totale quando l’energia viene immediatamente autoconsumata. Per questo è necessario valutare in quali ore della giornata si vive la casa. Tuttavia, grazie allo Scambio sul Posto, il proprietario dell’impianto riceve un contributo compensativo sulla bolletta per l’energia prodotta dal fotovoltaico e immessa nella rete pubblica.

Il risparmio medio garantito in un anno è di 300 euro, ma può aumentare fino al 100% grazie all’integrazione con gli Accumulatori come la batteria Tesla Powerwall 2, che permettono di diventare totalmente indipendenti, e con altri impianti a energia rinnovabile, per coprire tutte le tipologie di consumo domestico.

Solare termico

Il solare termico è costituito dai cosiddetti pannelli solari, che differiscono dai pannelli fotovoltaici in quanto prelevano energia dal sole per produrre acqua calda sanitaria e per riscaldare gli ambienti tramite circuiti come termosifoni e pannelli radianti. Per un’utenza media, costituita da una famiglia di 3 persone, un investimento di 4-5 mila euro copre il 70% dei consumi per l’acqua calda, oltre a ridurre del 40% la spesa per l’impianto di riscaldamento. Il solare termico infatti deve essere abbinato ad un impianto esistente dato che, come il fotovoltaico, produce con la luce del sole e diventa meno efficace durante l’autunno e l’inverno.

Pompe di Calore

Le pompe di calore sono impianti a energia rinnovabile che prelevano l’energia termica dall’ambiente esterno per immetterla nell’ambiente interno sotto forma di aria o acqua. Servono quindi per il riscaldamento, l’acqua calda sanitaria e anche per il raffrescamento, grazie alla presenza di un inverter.

Le pompe di calore producono energia al massimo regime per tutto l’anno e possono quindi sostituire completamente vecchie caldaie e altri impianti di riscaldamento. Grazie alla pompa di calore, si può ottenere un risparmio del 60% sulle bollette, fino a raggiungere il 90-95% se abbinata ad un impianto fotovoltaico: l’energia elettrica prodotta dal fotovoltaico alimenta la pompa di calore, che a sua volta provvede al fabbisogno energetico per il riscaldamento.

Per tutti questi impianti, si tratta di un investimento conveniente nel medio-lungo termine, che si traduce in guadagno e consente un notevole risparmio, fino ad arrivare all’indipendenza energetica.

Termodinamico

Il solare termodinamico è un impianto che grazie alle sue caratteristiche produce acqua calda tutto l’anno con qualsiasi condizione meteo ed in ogni ora del giorno e della notte. Il funzionamento dell’impianto si basa sulla termodinamica (ciclo di Carnot), precisamente si tratta di una pompa di calore munita di una elevata superficie di scambio termico. Infatti, il pannello solare termodinamico, di cui è dotato il sistema, crea un incremento delle prestazioni grazie allo sfruttamento non solo del calore proveniente dalla radiazione solare ma anche di quello presente nell’ambiente esterno. La grande superficie di scambio permette al sistema l’ottenimento di un altissimo rendimento con valori di COP (Coefficiente di prestazione) di gran lunga superiori a quelli raggiunti da altri sistemi presenti sul mercato. Le applicazioni del sistema sono molteplici:

Acqua calda sanitaria ( per uso domestico e grandi volumi);

Riscaldamento ambienti in bassa e alta temperatura;

Riscaldamento piscine.